collare d'oro concorso nazinale di belleza a 4 zampe
veterinario al servizio del tuo cane
rassegna stampa
il tuo amico a 4 zampe
curiosità sul tuo amico

Leggi e Normative Nazionali di comportamento del Padrone di un Amico a 4 Zampe

Doveri e responsabilità dei Padroni:
Sui proprietari di animali domestici, gravano una serie di doveri e di responsabilità che è bene conoscere. Pensiamo al dovere di identificare e registrare il proprio cane, ai doveri di vaccinazione, ai doveri di denuncia in caso di rinvenimento, ai doveri di soccorso se in un incidente stradale è coinvolto un animale. Pensiamo anche alla responsabilità che ricade sui padroni per i danni causati dal comportamento degli animali. Molti doveri sono imposti a tutela degli animali stessi, altri per prevenire danni ed altri ancora sono la semplice applicazione di doveri di comportamento civico.

Dovere di identificazione e registrazione dei cani:
La legge stabilisce che è obbligatorio provvedere all’identificazione e alla registrazione dei cani, in conformità alle disposizioni adottate dalle singole Regioni. Per quanto riguarda i cani, l’identificazione poteva avvenire attraverso un tatuaggio, ma dal 1 gennaio 2005 il microchip è l’unico sistema identificativo nazionale valido e obbligatorio per tutti i tipi di cane; nel caso il tatuaggio sull’animale non fosse più leggibile il padrone deve procedere con la nuova registrazione. Il cane deve essere registrato presso l’anagrafe canina: si tratta di una banca dati realizzata dal Ministero della Salute che raccoglie le informazioni relative ai cani identificati in Italia per mezzo di microchip. Lo scopo dell’anagrafe è di combattere il randagismo e di fornire online i riferimenti utili per rintracciare il luogo di registrazione di un cane smarrito e di conseguenza il suo legittimo proprietario (anche se si tratta di un canile). La normativa prevede che i cani siano microcippati e registrati tra 30 gg. e 2 mesi di vita ma si può fare anche dopo presso il proprio veterinario o presso la ASL pagando una sanzione per aver superato i limiti di età.

Dovere di denuncia in caso di rinvenimento:
In caso di rinvenimento di un cane, la prima cosa da fare è cercare di rintracciare il proprietario verificando la presenza di una medaglietta o, meglio ancora, del tatuaggio (su coscia o orecchio destri). Se non si riscontra la presenza di una medaglietta, bisogna denunciarne il ritrovamento ai Vigili Urbani o alle forze dell’ordine (Polizia o Carabinieri). La denuncia è importante poiché chi consegna il cane a una struttura pubblica non munito di regolare denuncia, ne diventa automaticamente il nuovo proprietario e come tale sarà tenuto a pagare le spese (sanitarie e di mantenimento) presso la struttura stessa. Se priva di posto o trovandosi di fronte a una richiesta diretta della persona che ha trovato il cane, sarà la struttura a decidere per un affidamento provvisorio in attesa di capire se l’animale vagava in seguito a abbandono, o smarrimento. Per quanto riguarda i gatti la procedura è la medesima, ma si consideri che rispetto al cane, i gatti non hanno obbligo d’iscrizione all’anagrafe e quindi non possiedono elementi di riconoscimento (tranne la medaglietta), a meno che non si tratti di gatti in possesso del passaporto europeo per animali domestici e, in quel caso, avranno un microchip.

Doveri di comportamento:
I proprietari di cani devono tenere determinati comportamenti. Alcuni di questi sono previsti dalle norme con la finalità di prevenire il rischio di danni nei confronti di altre persone o di cose, altri sono posti per rispetto di norme civiche di comportamento. Il proprietario di un cane deve: utilizzare sempre il guinzaglio ad una misura non superiore a mt 1,50 durante la conduzione dell’animale nelle aree urbane e nei luoghi aperti al pubblico, fatte salve le aree per cani individuate dai comuni; portare con sé una museruola, rigida o morbida, da applicare al cane in caso di rischio per l’incolumità di persone o animali o su richiesta delle Autorità competenti; affidare il cane a persone in grado di gestirlo correttamente; acquisire un cane assumendo informazioni sulle sue caratteristiche fisiche ed etologiche nonché sulle norme in vigore; assicurare che il cane abbia un comportamento adeguato alle specifiche esigenze di convivenza con persone e animali rispetto al contesto in cui vive; raccoglierne le feci (nel caso conduca il cane in ambito urbano), e avere con sé strumenti idonei alla raccolta delle stesse.

Seguici su Facebook
Seguici su Instagram
Occorrente per il tuo amico a 4 zampe
Dog love Agency, agenzia matrimoniale per il tuo cane
le mascotte del concorso, Ciuffo e Yeye

 


adotta anche tu un amico a zampe
I migliori negozi per il tuo cane